Wikileaks tira giù i pantaloni alla diplomazia USA: sul sito oltre 250mila cablogrammi a disposizione degli utenti

 

Tutto il “cablegate” in 60 GB. Wikileaks mette online l’intero archivio americano in forma criptata, ma fornendo la chiave per la lettura: la decisione arriva dopo il tradimento di David Leigh, giornalista del quotidiano britannico The Guardian, che entrato in possesso dei files voleva venderli. “La stampa mondiale non ha abbastanza risorse”, spiega lo staff di Wikileaks. “Gli esperti sono di parte. Date il vostro contributo”: agli utenti viene chiesto di divulgare le proprie scoperte.

http://esteri.liquida.it/focus/2011/09/02/wikileaks-tira-giu-i-pantaloni-alla-diplomazia-usa-sul-sito-oltre-250mila-cablogrammi-a-disposizione-degli-utenti/

Be Sociable, Share!