WikiLeaks: ex giudice Garzon, pronto a difendere gratuitamente Assange

Martedì 25 settembre 2012

QUITO – ”Non tocchero’ un soldo, un centesimo, un dollaro o un euro di Assange. La mia difesa e’ totalmente altruista”. Con queste parole l’ex giudice spagnolo, Baltasar Garzon, ha affermato di essere pronto a difendere gratuitamente il fondatore di WikiLeaks, che definisce una vittima di ”persecuzione” da parte degli Stati Uniti.

Assange e’ rifugiato dal 19 giugno nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra per evitare la sua estradizione in Svezia. E’ stato arrestato nel dicembre del 2010 nel Regno Unito in seguito a un mandato d’arresto spiccato dalle autorita’ svedesi nei suoi confronti con l’accusa di stupro, molestie e coercizione. Il reato contestatogli e’ di aver avuto rapporti sessuali non protetti, seppur consenzienti, con due donne, Anna Ardin (militante femminista, segretaria dell’associazione ”Brotherhood Movement”) e Sofia Wilen, e di aver successivamente rifiutato di sottoporsi a un controllo medico sulle malattie sessualmente trasmissibili, condotta considerata criminosa dalla legge svedese. La denuncia era stata depositata dalle sue ex-amanti dopo aver appreso l’una dall’altra di aver avuto rapporti sessuali con l’attivista australiano.

http://italian.irib.ir/notizie/mondo/item/113882

Be Sociable, Share!