L’ora della verità per Assange

5 dicembre 2011

Il cofondatore di WikiLeaks ricorre in appello alla Corte Suprema britannica contro l’estradizione

 

Il co-fondatore di Wikileaks, Julian Assange, presenterà il suo caso davanti alla Corte Suprema britannica sfuggendo, almeno temporaneamente, all’estradizione in Svezia dopo una procedura avviata un anno fa. La High Court di Londra ha dato il via libera al ricorso in appello.

ASSANGE IN TRIBUNALE – Vestito grigio e camicia bianca, Assange è arrivato circondato dai suoi avvocati di fronte ad una decina di sostenitori. Non è ancora garantito che il suo appello venga preso in considerazione: la decisione finale spetta alla Corte Suprema stessa. L’australiano, che è stato arrestato il 7 dicembre 2010 a Londra, sta giocando la sua ultima carta in un processo di estradizione in Svezia dove verrà giudicato per sospetti stupro e aggressioni sessuali. Assange, accusato da due donne svedesi, non è ancora stato incriminato per il caso: la giustizia svedese, per il momento, vuole sentirlo come testimone. L’uomo, attualmente agli arresti domiciliari in Gran Bretagna, ha denunciato un accanimento da parte delle autorità svedesi.

http://www.giornalettismo.com/archives/175281/lora-della-verita-per-assange/

Be Sociable, Share!