Julian Assange sbarca in tv

24 gennaio 2012 – Il fondatore di WikiLeaks intervisterà pensatori e visionari di tutto il mondo
Non più hacker o attivista. Julian Assange è pronto a sbarcare in tv con un proprio programma. Il fondatore di WikiLeaks, il sito che pubblicò oltre 250mila documenti diplomatici segreti degli Usa, infatti, realizzerà una serie di trasmissioni per il piccolo schermo durante le quali intervisterà “i principali attori politici, pensatori e visionari” di tutto il mondo.

Interviste ai Rivoluzionari – A renderlo noto è un comunicato pubblicato ieri su WikiLeaks. Assange ha fatto sapere che il programma, realizzato in dieci puntate, avrà come oggetto dei propri dibattiti “il mondo di domani”.”Attraverso questa serie verificherò la possibilità di parlare con coloro che sono in grado di influenzare il nostro futuro”, ha fatto sapere Assange. Spiega la nota: “Stiamo andando verso l’utopia, o la distopia, e come possiamo programmare le nostre strade? Si tratta di un’interessante opportunità discutere del parere degli ospiti in uno spettacolo che esamina le loro filosofie e le loro lotte in maniera più approfondita e chiara di quanto non sia stato fatto finora”. WikiLeaks ha comunicato che il programma di Assange andrà in onda a metà marzo, ma non ha rivelato ulteriori dettagli, nè la rete sulla quale la serie dovrebbe essere trasmessa.

Dai guai alla tv – Assange è stato colpito nel 2010 da un mandato di cattura europeo. In Svezia è stato accusato di stupro, molestie nei confronti di due donne compiuti nell’agosto 2010. Il fondatore di WikiLeaks, che nega le accuse, è ora in attesa di un’udienza della corte suprema dopo la presentazione di un ricorso contro l’estradizione in Svezia. Il comunicato che annuncia lo sbarco in tv di Assange definisce WikiLeaks come “il più audace editore del mondo”, sempre “in prima linea per la comprensione e il cambiamento”, e il suo fondatore come “una delle figure più rivoluzionarie del mondo”. WikiLeaks ed Assange sono – continua il comunicato – “pionieri di un mondo più giusto e vittime della repressione politica”. “In Assange – dice la nota – si riconoscono voci controverse del mondo politico”.

http://www.giornalettismo.com/archives/192195/julian-assange-sbarca-in-tv/

Be Sociable, Share!